Come funziona il metodo Yamaha?

si parte da una constatazione molto semplice: il bambino apprende per imitazione ed accumulazione (es. come si comincia a parlare? dopo aver ascoltato per tanti mesi parole e suoni intorno a noi, dopodiché si tenta di riprodurli e dopo un po’ di tentativi si riesce perfettamente, e solo dopo molto tempo si impara la scrittura convenzionale); il percorso di apprendimento musicale si inserisce su questo tracciato.

Durante le lezioni si ascolta (il canto dell’insegnante, il suono del pianoforte e del disco), si canta, si riproduce il suono cantato sulla tastiera (suono che già si conosce bene) e infine si collegano ad esso un nome ed una forma grafica convenzionali, esattamente come avviene a scuola per la lettura e la scrittura. Ecco lo schema di apprendimento: ASCOLTARE – CANTARE – SUONARE – LEGGERE E SCRIVERE.

In questo modo il bambino apprende, in modo spontaneo e divertente, gli elementi del discorso musicale (che con i metodi tradizionali si apprendono molto più tardi, in età più adulta, e con molta fatica), che lo aiuteranno ad esprimersi attraverso le note e lo renderanno ricco intellettivamente ed emotivamente.


Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Comments are closed.